Madonna dei Miracoli, scultura del Cinquecento

Contenuto

Madonna dei Miracoli - scultua del Cinquecento
[Madonna dei Miracoli - scultua del Cinquecento - elab. elettr. su foto di. Sabino Di Tommaso 2010]

Madonna de' Miracoli

Percorso museale virtuale

Questa è un'altra edicola incavata sulla parete di fronte a chi entra nel cortile del palazzo vescovile dal portone principale.

affresco della Madonna dei Miracoli di Andria

La scultura, realizzata in pietra di Trani durante l'episcopato di mons. Luca Antonio Resta, è posta in una nicchia del muro e raffigura la Vergine in trono col Bambino in grembo. Ambedue sono incoronati e l'insieme inequivocabilmente riproduce l'effigie affrescata (foto a lato) della Madonna dei Miracoli, protettrice della Città, così come si legge nell'iscrizione sottostante, che riporta anche la data dell'opera: SANCTA MARIA MIRACULO[RUM] / ANNO DOMINI / 1591.
Alcune parti della scultura, come mani e piedi, appaiono non rifinite, anzi appena abbozzate.

Gesù Bambino è seduto in grembo, come abbracciato dalle ginocchia della Madonna, assumendo così una posizione nettamente centrale e preminente; nella mano sinistra trattiene il Vangelo mentre porta la destra al petto. Nell'iconografia mariana questa raffigurazione della Vergine che accoglie in sé il Creatore dell'Universo è detta "Panagia Teotoca Platytera", " Παναγία Θεοτόκος Πλατυτέρα των Ουρανών", Tutta Santa, Madre di Dio, più ampia dei cieli.

La Madonna, adorna il capo di cercine e col maphorion (manto porpora regale), siede su un ampio trono con cuscino. Con la destra ferma e gentile tocca la spalla del Figlio: sembra lo richiami come a Cana a sanare o alleviare, a esaudire quanto le si implora con fede.

Sul lato destro dell'edicola è affissa una targa con la seguente dicitura: "VETUSTA IMMAGINE / ESISTENTE PRESSO LA / VALLE S. MARGHERITA / DONATA A MONS. A. MACCHI / DAL MANS. G. MATERA / A.D. 1928"

Dalla data di realizzazione, 1591, e dal luogo donde è stata asportata si può arguire che questa statua era posta nei pressi del (o sul) primitivo ingresso alla cripta, che inizialmente si apriva nella valle di S. Margherita, prima che fosse realizzata la grandiosa basilica superiore.

Episcopio, lato Sud, con l'edicola della Madonn adei Miracoli
[Episcopio, lato Sud, con l'edicola della Madonna dei Miracoli - elab. elettr. su foto di. S. Di Tommaso 2010]