Contenuto

Scegli il foglio da consultare, o vai
all'INDICE CRONOLOGICO

 
foglio   4: recto - verso
foglio   5: recto - verso
foglio   6: recto - verso
foglio   7: recto - verso
foglio   8: recto - verso
foglio   9: recto - verso
foglio 10: recto - verso
foglio 11: recto - verso
foglio 12: recto - verso
foglio 13: recto - verso
foglio 14: recto - verso
foglio 15: recto - verso
foglio 16: recto - verso

Origine, erezione e stato della Colleggiata Parrocchial Chiesa di S. Nicola
 della Città di Andria

(Manoscritto, terminato probabilmente poco dopo il 1787. L'autore morì l'11 aprile 1806, di anni 91, mesi2 e giorni21) [1]

Linee guida per la consultazione della presente copia

In ogni pagina visualizzata viene mostrata a sinistra l'immagine della pagina originale (così come si presentava nella copia scannerizzata), a destra una traslitterazione in caratteri stampati.
La traslitterazione riporta tra parentesi quadre parti poco leggibili o abbreviate nella copia del manoscritto e quindi interpretate dal redattore in base ad altri documenti consultati a confronto.  Non sono stati apposti gli accenti sulle parole (come: città, più, ...) se non individuati nel manoscritto; in modo analogo ci si è comportati per le altre regole ortografiche e grammaticali. L'accapo di ogni rigo della traslitterazione corrisponde con quello del manoscritto per facilitarne il confronto. Risulta spesso difficile distinguere, nel manoscritto, il maiuscolo dal minuscolo della "C" ,della "M", della "E" ... ; pertanto le parole come "Chiesa", "Clero", "Capitolo" e "Cattedrale" sono state traslitterate con l'iniziale più probabile, la maiuscola, in quanto per tali parole la più usata nei testi del XVIII secolo.
La copia del manoscritto presenta, in alto e centrata, una foliotazione (o cartulazione) progressiva soltanto nel recto di ogni foglio (foliotazione che, per il tratto grafico, quando non è stata ricalcata, appare apposta dall'estensore del manoscritto).  Nel testo del manoscritto sono usate delle abbreviazioni scribali proprie del tempo: spesso, ad esempio,  la "n" (e a volte la "m") dopo una vocale viene elisa apponendo un glifo (segno) sulla stessa; nella traslitterazione tale elisione viene riportata ponendo sulla vocale un macron (trattino) o una tilde (ad esempio: tãto, come abbreviazione di tanto, grēbo, di grembo); comunque la maggior parte delle abbreviazioni possono essere lette per esteso soffermandocisi sopra con il mouse. Il segno che nella traslitterazione è riportato con una "&", è da interpretare, probabilmente, come "e" oppure "et" o "eccetera".
Per navigare nel testo vi sono varie possibilità: accesso diretto alle pagine da questa copertina; spostarsi tra le pagine in successione, cliccando sull'ultima parola delle stesse per andare alla pagina successiva, sulla prima parola per rivedere la pagina precedente; si può poi tornare su questa copertina cliccando su Pastore: Origine Collegiata S.Nicola nel menù "a briciole di pane", posto nella barra gialla superiore di ogni pagina.
Si possono anche cercare gli eventi narrati nel manoscritto consultando l' ABSTRACT (indice cronologico degli eventi narrati).
NOTE 
[1] Emanuele Merra nella nota a pag. 281 del I° volume delle sue "Monografie Andriesi", citando Giacinto Borsella, indica la data esatta della sua morte e l'età che egli aveva quel giorno:
"D. GIOVANNI Prevosto PASTORE (...) morì l’11 aprile 1806, di anni 91, m. 2, g. 21."